DURATA-STAMPANTI

Perché tutte le stampanti hanno una doppia vita?

Avrete sicuramente sentito dire che i gatti hanno sette vite: oggi parliamo invece della vita delle stampanti, anzi delle vite delle stampanti perché ne possiamo distinguere ben due.

Come è possibile che un oggetto inanimato abbia una doppia vita? Continuate a leggere e ve lo spiegheremo.

Quanto dura una stampante nuova e con che velocità invecchia?

Chiunque compri un dispositivo tecnologico nuovo si preoccupa di quanto durerà: avviene con le tv, con le lavatrici e con tutti i macchinari da ufficio, stampanti in primis. Ecco perché gli acquirenti sono disposti anche a firmare estensioni della garanzia dei prodotti in modo da essere coperti più a lungo in caso di guasti e malfunzionamenti.

Abbiamo già trattato la questione dell’obsolescenza programmata cercando di capire fino a che punto la durata di stampanti nuove e altri dispositivi tecnologici sia connaturale al funzionamento delle componenti e quanto invece rilevi un’intenzione programmata dei produttori che, intuitivamente, hanno interesse a che i clienti acquistino modelli di stampanti di nuova generazione. D’altra parte però i produttori più importanti di stampanti devono assicurare prodotti duraturi, altrimenti nessuno sarebbe interessato al loro acquisto.

Nella catena di produzione quindi interviene un calcolo statistico per prevedere in maniera più precisa possibile, entro quanto tempo, ad un funzionamento della stampante in condizioni medie, si verificherà il primo guasto e poi l’intervallo temporale tra questo e i successivi.

L’MTBF (Medium Time Between Faliure) è un parametro che misura proprio gli intervalli di tempo tra un guasto e l’altro. E’ chiaro che l’attendibilità di questo valore varia in base al settore di destinazione: dispositivi utilizzati a scopi militari o per spedizioni aerospaziali non possono permettersi ampi margini di errore nella stima e devono avvicinarsi il più possibile alla precisione assoluta. I prodotti consumer invece in questo senso vengono definiti “usa e getta” perché, anche per ragioni commerciali, la loro durata non può, per i motivi sopra esposti, essere eccessivamente lunga.

La migliore stampante non durerà per sempre ma questo è un bene

Leggere questo concetto può far nascere negli acquirenti un senso di frustrazione: di fronte all’obsolescenza programmata ci si sente quasi “ingannati”. Ma in realtà sappiate che se la vostra stampante durasse in eterno sareste voi a “tradirla”, quindi che senso avrebbe lo sforzo dei produttori di mettere sul mercato stampanti capaci di durare idealmente per sempre (o comunque il più a lungo possibile)?

Nello specifico della tecnologia informatica la durata di un prodotto va infatti di pari passo con l’evoluzione tecnologica stessa. Cerchiamo di chiarire con un esempio pratico questo concetto. Chi compra una lavatrice si trova di fatto dinanzi a una scelta: una lavatrice economica (che probabilmente avrà alcune componenti di plastica) e che quindi durerà verosimilmente dai 2 ai 5 anni oppure una lavatrice di marca e più costosa ma per un investimento più duraturo dai 10 ai 20 anni.

Ha senso comprare una stampante con lo stesso approccio? A ben vedere no. Una stampante troppo economica potrebbe non solo durare eccessivamente poco ma, durante l’utilizzo, rischia di rivelarsi inefficace per reggere ritmi e volumi di stampa in ufficio; al tempo stesso però nessuno compra una stampante pensando di usarla per sempre perché l’evoluzione tecnologica nel giro di qualche anno renderà quel modello obsoleto e inappropriato.

Ecco spiegato perché le stampanti in media durano 5 anni e sono progettate per stampare un massimo di copie che va da 5 a 10 mila al mese. Ed ecco anche perché abbiamo parlato di “doppia vita delle stampanti”: da un lato c’è quella dipendente dall’usura delle componenti, dall’altro quella dettata dalla regole del mercato e dell’evoluzione tecnologica. Certo molto dipende anche dal modo e dal ritmo di utilizzo. E qui entra in gioco chi usa la stampante. Il fatto che non si possa prevedere con assoluta precisione quanto durerà una stampante non significa che la scelta della stampante sia destinata ad essere un azzardo. Bisogna in primis selezionare marche e modelli più affidabili, avendo cura di leggere le recensioni dei prodotti; esistono poi senza dubbio alcune regole per preservare stampanti, fotocopiatrici etc e farle durare più a lungo possibile.

Guida all’uso delle stampanti e alla pulizia delle componenti

E’ innegabile che l’uso nel tempo usura la stampante, così come accade per tutti i dispositivi tecnologici. Ma al contrario anche il non uso prolungato è dannoso. L’ideale è mantenere la stampante in funzione costante, senza sottoporla a stress ma evitando anche pause prolungate.

Se al contrario la vostra attività richiede la stampa forsennata in un certo periodo l’anno e poi durante i mesi restanti non stampate quasi nulla, allora sicuramente il noleggio stampanti a breve termine o per singoli eventi è la soluzione che fa al caso vostro. Spesso chi sceglie una stampante si preoccupa di cercare un modello che sia in grado di sostenere i ritmi e i volumi di stampa (il che è sicuramente giusto) ma anche investire in una multifunzione troppo performante si traduce in n un dispendio di costi e consumi controproducente.

Anche la posizione della stampante può aiutare ad evitare il problema: le stampanti in ufficio non vanno mai collocate troppo vicino ai termosifoni, alle finestre esposte al sole o ad altre fonti di calore.

Se il test di stampa rileva problemi di otturazione, bisogna porvi rimedio il prima possibile effettuando la pulizia delle testine in modo da scongiurare che il guasto diventi cronico. Sul sito Oki potete trovare indicazioni per la pulizia di ciascuna componente della periferica.

Se il problema persiste e la stampante non è in garanzia bisogna decidere se ripararla o cambiare multifunzione e qui il prezzo iniziale ha un ruolo cruciale: se si tratta di una stampante low cost infatti la riparazione potrebbe avere un costo sproporzionato a quello di acquisto. Il noleggio multifunzione risolve il problema alla radice perché tutte le stampanti a noleggio sono coperte da garanzia in caso di guasto e vengono prontamente riparate e/o sostituite senza interrompere l’attività.